• Dom. Gen 23rd, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

Caricento: Fondazione e Banca a favore del mutuo prima casa – plafond di 10 milioni di euro per gli under 45

DiGiuliano Monari

Mag 20, 2015

roncarati fantozziDi Giuliano Monari

La neo Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Cento Cristiana Fantozzi e i vertici della Cassa diR isparmio di Cento spa hanno annunciato una importante operazione finanziaria che va diritta nella direzione di aiutare i giovani a ‘mettere su casa’. In pratica è stato istituito un plafond di 10 milioni di euro a favore dei giovani che desiderano acquistare la prima casa. “Con Te per la tua nuova casa, Mutuo casa Giovani”, è lo slogan che accompagna il progetto con cui Caricento ha messo ha disposizione il plafond, per concessioni di mutui a tasso particolarmente agevolato, e la Fondazione Cassa di Risparmio di Cento interverrà accollandosi un contributo conto interessi pari all’1% per i primi cinque anni. In pratica la Fondazione sgraverà di circa 600 euro annui chi assumerà il mutuo. «Siamo sempre attenti – ha detto Cristiana Fantozzi neo presidente della Fondazione Caricento – alle esigenze delle fasce più deboli dei cittadini. Questo progetto è pronto ad aiutare, con azioni concrete, famiglie e giovani coppie. Auspichiamo che sia anche incentivo allo sviluppo economico locale. Abbiamo pensate di intervenire in aiuto nella quota interessi perché, nei primi anni, è quella che incide maggiormente sul peso delle rate dei mutui». Questo progetto è rivolto ai privati che alla richiesta del contributo abbiano età inferiore ai 45 anni e un reddito familiare inferiore ai 30mila euro annuali. Nel caso di più redditi in famiglia il tetto è elevato fino a 60mila euro. Il mutuo può essere concesso fino all’80% del valore del fabricato e per un importo massimo di 120mila euro con durata dai 20 ai 30 anni. «Questo progetto – ha spiegato Carlo Alberto Roncarati, presidente di Caricento spa – dimostra come banca e Fondazione sono animate, nelle loro azioni, dallo spirito che nasce dal grande legame con il territorio in cui operiamo. Per quanto riguarda gli indicatori di solidità, siamo inseriti nella fascia alta delle banche. Questo ci consente di mettere in atto azioni, come quella che stiamo presentando, che ci permette di rafforzare il rapporto con la società in cui operiamo». «Siamo orgogliosi – ha concluso Ivan Damiano direttore generale Caricento spa – di questa nostra proposta a favore di un segmento molto delicato, quello giovane, della nostra popolazione. Qui le ferite del terremoto sono ancora evidenti e la nostra azione vuole stimolare i giovani verso l’investimento della casa. Ci auguriamo una importante area di accoglienza alla nostra proposta. Ne esiste solo un’altra similare, a Ravenna, ed ha avuto un ottimo successo». Che il progetto sia attraente lo dimostra anche il fatto che, alla presentazione, c’erano anche rappresentanti del mondo delle associazioni di categoria e imprenditori dell’edilizia.

Lascia un commento