• Lun. Giu 27th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

COMUNICATO ASSOCIAZIONE PICCOLI AZIONISTI CRCENTO

DiGiuliano Monari

Ott 5, 2013

piazza guercinoApprendiamo dalla stampa che il commissario di banca Italia ha imposto alla carife una cura dimagrante notevole ed un ritorno ad un modello di banca territoriale . Oltre un anno fa proponemmo alla pubblica opinione ed ai soci delle nostre due casse una idea di collaborazione industriale al fine di sfruttare le economia di scala e ridurre i costi. Auspicavamo anche la riduzione dei privilegi e degli eventuali sprechi e una catena di comando corta con un management visibile sul territorio. Non fummo ascoltati e nemmeno capiti. Non ci fu nemmeno il tentativo di farlo ma anzi fummo addirittura totalmente ignorati dagli amministratori di entambe. Dato che i soci principali delle due casse di risparmio ferraresi sono le due fondazioni, che insieme alla classe imprenditoriale della provincia, hanno nominato i consigli di amministrazione degli ultimi anni, ci sentiamo di rilanciare il nostro appello alla unita’ d intenti. Le azioni delle carife sono ormai quotate meno di 5 €, le azioni della crcento sono ferme a 23 € ma sono illiquide, al punto che servono mesi per venderle. La dura realtà dei numeri ci dice che le due banche capitalizzerebbero poco meno di 550 milioni di €. le necessita’ di capitale potrebbe essere fornita anche dai piccoli azionisti , a fronte di un progetto chiaro di rilancio della banca del territorio di Ferrara, della sua provincia e delle provincie limitrofe geograficamente coerenti . Dovrebbe essere evidente ormai che senza la compartecipazione dei piccoli azionisti e dei dipendenti azionisti alle strategie aziendali non si ottengono risultati sostenibili. La nostra provincia non può permettersi di perdere le sue banche e solo unendo le forze in un progetto chiaro, visibile, concreto e sostenibile sarà possibile gestire il futuro anche in funzione dell’applicazione delle norme di Basilea 3 . La vicinanza di intenti, di vedute, di base sociale,di governance delle due casse di risparmio ci obbliga tutti a impegnarci per il mantenimento della loro autonomia sul territorio. La nostra associazione, fra le prime in Italia e appartenente al CO.N.A.P.A. , ( coordinamento nazionale associazione dei piccoli azionisti ) in accordo con la European federation of employee share ownership , ribadisce le proprie convinzioni e posizioni e invita le fondazioni, la classe imprenditoriale ferrarese, i piccoli azionisti ad unirsi nel tradurre in concreto il progetto.

Lascia un commento