• Dom. Lug 21st, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

INCENDI DOMESTICI: LE CAUSE PIÙ FREQUENTI E LA CORRETTA PREVENZIONE PER EVITARE DANNI A PERSONE E COSE DENTRO CASA

DiGiuliano Monari

Gen 30, 2022

Sono numerosi i casi in cui si sviluppa un incendio dentro le abitazioni, e altrettanto gravi e frequenti sono le conseguenze e i danni che ne derivano. Purtroppo quando un incendio è già in atto si può fare poco se non cercare di mettere al riparo sé stessi e gli altri abitanti dai pericoli diretti, mentre è molto più efficace attuare una corretta prevenzione. Incendi in casa: le principali cause d’innesco i non addetti ai lavori pensano – spesso a torto – che il verificarsi di un incendio nell’ambito dell’edilizia civile sia una sfortunata fatalità che capita solo a chi è incosciente o conduce comportamenti esageratamente negligenti tali da trascurare evidenti situazioni di rischio. In realtà, a livello concettuale, le due principali cause che sottendono l’innesco di un incendio sono semplicemente la distrazione e l’ignoranza, nel senso di non avere la giusta considerazione e/o conoscenza di cosa può creare o aumentare l’accendersi di una fiamma nella propria abitazione…Più in concreto, possiamo dire che gli incendi domestici possono originarsi essenzialmente in queste situazioni: presenza di oggetti infiammabili (anche i libri lo sono!) troppo vicino a fonti di calore o fiamme libere; corto circuito di elettrodomestici, hi-fi, o altri impianti alimentati ad elettricità; corto circuito di alcuni elementi dell’impianto elettrico dell’appartamento; malfunzionamento di stufe, caldaie, caminetti, o altri impianti generatori di calore; getto avventato di mozziconi di sigaretta, propagazione di fiamme dai fornelli della cucina, diffusione di faville dal caminetto e dal barbecue e altri comportamenti poco attenti in presenza di fuochi accesi Come si può intuire facilmente, una o più cose del genere possono capitare praticamente a chiunque in qualsiasi momento e non possono essere catalogate come un “accanimento della malasorte”. Certo, è vero anche che alcune circostanze sono particolarmente sfortunate, come ad esempio una infelice casualità di un forno che, acceso, potrebbe surriscaldare una bomboletta spray o un oggetto molto sensibile al calore dimenticato nelle immediate adiacenze, e di lì sprigionare un incendio davvero difficile da pronosticare: ma si tratta davvero di casi tanto eccezionali quanto improbabili. La stragrande maggioranza delle volte è possibile evitare gli incendi domestici, utilizzando maggiore accortezza e consapevolezza. Incendi domestici: come attuare la corretta prevenzione. Una volta acquisite e tenute bene a mente quali sono le principali cause alla base degli incendi in casa, sapete bene quanto è importante darsi – e rispettare! – delle buone regole di prevenzione. Di seguito vi riportiamo le più efficaci.1. Pianificare regolari e periodici controlli da parte di consulenti e tecnici qualificati per verificare il corretto funzionamento dell’impianto elettrico; caldaia, stufe e/o altri generatori di calore; sistema di climatizzazione; caminetto e canna fumaria; forno, fornelli e altri elementi della cucina.2. Anche quando l’impianto elettrico è ben efficiente, bisogna sempre fare attenzione a non caricarlo eccessivamente con doppie prese, ciabatte, prolunghe e altre derivazioni concentrate. Si deve evitare di “strozzare” i cavi delle utenze elettriche, come succede quando si fanno passare sotto porte o finestre o mobili pesanti.3. Imparare a riconoscere quali sono i liquidi e gli oggetti infiammabili che sono normalmente presenti in casa, soprattutto quelli senza etichetta di pericolo come ad esempio libri, giornali, olio per friggere, strofinacci e affini.4. Tenere sempre ben custoditi il camino e pentole, padelle e altri utensili quando sono sopra fuochi o fornelli accesi.5. Non avvicinare mai, neanche per poco tempo, oggetti e liquidi infiammabili a stufe, caminetti e altre fonti di calore. Controllare l’integrità dei tubi del gas dentro la cucina e lungo la facciata del palazzo. Controllare che non ci siano perdite di gas e ricordarsi di chiudere lo specifico rubinetto quando non si deve cucinare.6. Verificare che non ci siano tagli, strappi o danni sui cavi di alimentazione di elettrodomestici, hi-fi ed utensili elettrici in generale.7. Tenere sempre a debita distanza le prese elettriche e gli utensili da rubinetti e altre sorgenti d’acqua.8. Non lasciare accendini, cerini, fiammiferi e candele alla portata di bambini.9. Non mantenere in stand by hi-fi e altre apparecchiature elettriche quando non sono utilizzate, meglio spegnerle completamente.10. Non fumare in stato di sonnolenza o quando c’è il rischio di addormentarsi e, in ogni caso, ricordarsi di gettare i mozziconi di sigaretta nel water e mai nel cestino dell’immondizia, ove spesso sono presenti oggetti infiammabili.11. Non utilizzare dispositivi elettrici quando si hanno piedi o mani bagnate.12. Ricordarsi di non usare in modo improprio caminetti, stufe elettriche e termoconvettori, ad esempio per asciugare vestiti.13. Nello svolgimento di lavori domestici o attività di bricolage, stare sempre attenti a non provocare scintille e a non fumare.14. Riporre in armadi o altri mobili di tipo stagno eventuali contenitori di liquido infiammabile e fare in modo che questi non siano facilmente accessibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.