• Sab. Mag 28th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

TRAMEC CENTO-BASKET CECINA

DiGiuliano Monari

Gen 25, 2014
derby basket 28 novembre 2009Di Michele Manni
Reduce dalla trasferta di Mortara, la Tramec Cento ospita sabato sera al Palabenedetto il Basket Cecina, la squadra della città nota per aver dato i natali a Massimo Bulleri, ex playmaker della nazionale italiana e fratello di quel Simone che tanto bene fece in biancorosso.
Giovanni Bruni è il titolare della cabina di regia: toscano di Pontedera e veterano alla tredicesima stagione consecutiva fra terza e quarta categoria nazionale, porta in dote alla causa 12.1 punti e 3.6 assist di media a partita. Il cambio del play è Lorenzo Caroti, diciassettenne in rotazione già dalla scorsa stagione e nazionale “Under 18”. Se capitan Del Testa e Simone Rischia si spartiscono il minutaggio in posizione di guardia, il leader statistico di Cecina è l’ala Massimiliano “Max” Sanna: torinese di 195 centimetri con precedenti a Biella, Casale Monferrato e Firenze, che viaggia a poco meno di 16 punti e 6 rimbalzi per allacciata di scarpe. Il reparto delle ali toscane è completato da Francesco Fratto e Leonardo Salvadori: onesti agonisti con discreta mano anche da fuori. I centri sono Andrea Capitanelli, ex di Veroli, Palestrina e Firenze, e Sandro Listwon, difensore e rimbalzista con precedenti a Teramo e Montecatini.
All’andata, al Palazzetto di Cecina, i locali inflissero una sconfitta con scarto in doppia cifra (92-78), a una Tramec capace di tener testa ai padroni di casa fino all’intervallo lungo ma travolta nella ripresa, quando incassò ben 58 punti che, unitamente alle 21 palle perse, ai 14 errori dalla lunetta e alla precoce uscita per raggiunto limite di falli di Di Trani (comunque miglior marcatore della gara con 22 punti), la fecero scivolare dal “-4” del minuto 27 al “-20” del minuto 39.
La presentazione della sfida, è affidata al presidente Canelli: «Cecina è una formazione ostica, si presenta a casa nostra come terza forza del campionato e dopo aver vinto tre delle ultime quattro partite disputate. Ci vorrà la miglior Benedetto, per avere ragione della squadra toscana. Purtroppo arriviamo a questo appuntamento con alcuni dei nostri uomini chiave alle prese con malanni stagionali e problemi fisici che hanno rallentato la nostra crescita nel momento in cui stavamo finalmente esprimendo un bel gioco. Negli ultimi tempi abbiamo fatto dei passi avanti e infatti non siamo più la peggior difesa del girone, ma c’è bisogno di un ulteriore passo avanti e mi aspetto che la squadra faccio tutto il possibile per scaldare i cuori dei nostri meravigliosi tifosi, che invito a sostenerci con la consueta passione, nel tentativo di spingerci a superare l’ostacolo e riprendere a fare punti in vista delle difficili trasferte di Empoli e Bologna.»

Lascia un commento