• Mar. Gen 18th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

TRAMEC CENTO-PIENNE BASKET PORDENONE

DiGiuliano Monari

Dic 12, 2014
tramec dic2014Di Michele Manni
Alle ore 21 di sabato, la Tramec torna in campo per sfidare l’insidiosa Pienne Basket Pordenone al palasport “Benedetto XIV”. Con cinque successi nelle ultime sei gare la formazione allenata da Marco Albanesi si è ripresa la testa della classifica, pur se in coabitazione con le uniche tre formazioni sin qui capaci di infliggerle una sconfitta e cioè Bologna, Montichiari e Orzinuovi. La vittoria colta sette giorni fa in rimonta su Desio ha dato un’importante iniezione di fiducia a capitan Di Trani, che soltanto giovedì hanno recuperato l’influenzato Cutolo e chiuderanno l’anno solare con altre due partite in casa, intervallate soltanto dalla cena di natale in programma per le ore 20.30 di sabato 20 dicembre.

Ancor prima di pensare ad abbuffate e festeggiamenti, la Tramec dovrà fare i conti con la temibile Pienne Basket. Alla quinta partecipazione consecutiva in Serie B, Pordenone è una società particolarmente attenta alla valorizzazione del suo vivaio ma protagonista di un primo scorcio di stagione da ben 14 punti, frutto di un bilancio da 3 vittorie e 2 sconfitte in casa, 4 successi e un solo KO (a Bologna) in trasferta. Allenatore dei naoniani è Cesare “Cece” Ciocca, bergamasco con precedenti a Treviglio (con Demartini), Castelletto Ticino, Potenza, Ravenna e Costa Volpino. I principali terminali offensivi di Pordenone sono due ex biancorossi come il centro Davide Zambon, trentaseienne di Monfalcone con precedenti anche in categorie superiori che viaggia a oltre 13 punti e 8 rimbalzi di media a partita in 32’, e la guardia Giancarlo Palombita, talento triestino da 13.4 punti col 43% da 3 e 5 assist in 27’. Alle spalle dei già citati il friulano Michele Ferrari, solida ala con trascorsi a Omegna in B1 e Udine in Legadue, e ben sette “Under 23”. Tra questi meritano una citazione la guardia Giulio Colamarino, prodotto del vivaio pordenonese con precedenti a Oderzo, il playmaker Vittorio Nobile e la guardia Federico Di Prampero, figlio del direttore sportivo Stefano e tiratore puro con trascorsi a Treviso e Casale Monferrato (con Cutolo).
Arbitreranno la gara i trevigiani Andrea Zangrando e Alberto Perocco.

Lascia un commento