• Gio. Set 29th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

‘TUTTI UNITI PER UN CENTRODESTRA VINCENTE’ – Parte da Renazzo la sfida a Lodi alle comunali del 2016

DiGiuliano Monari

Gen 25, 2015

serata centrodestra renazzo 23 gennaio 2015Di Giuliano Monari

C’erano tutti, o quasi, alla reunion organizzata e voluta da chi pensa al futuro di Cento e del suo territorio e, soprattutto, pensa avanti, al dopo Lodi. Oltre un centinaio di persone, amici, ex contendenti alle passate elezioni amministrative, assieme a simpatizzanti che si sono promessi “mai più divisi, perchè la competizione elettorale che ha portato Lodi a diventare sindaco di Cento ci deve insegnare che divisi si perde”. Questo, in estrema sintesi, il messaggio forte e chiaro lanciato durante i discorsi di rito da parte del consigliere in carica di ‘Noi Che…’ Marco Mattarelli, da Alan Fabbri, ex sindaco di Bondeno neo-eletto alla carica di consigliere regionale per la Lega Nord insieme a Marco Pettazzoni, con lui sui banchi della Regione Emilia Romagna. Una serata durante la quale l’ex rappresentante di Fratelli d’Italia George Savignac ha annunciato la sua ri-discesa in ‘campo’ per costruire un soggetto politico unito che metta da parte le singole ambizioni personali”. Patron della serata, ovviamente al femminile, la vulcanica ed instancabile Francesca Guidetti, portavoce di ‘Noi Che …’, che ha fatto gli onori di casa ai ‘3 Moschettieri’ di Renazzo. Quindi Lega Nord, Forza Italia, Udc, fratelli d’Italia, tutti insieme appassionatamente per “vincere le elezioni amministrative comunali di Cento del 2016″. Perché – hanno ribadito tutti – le divisioni delle passate elezioni ci hanno fatto perdere: uniti, vinceremo!” la serata è stata anche l’occasione di fare un bilancio – da parte di Mattarelli – di un’attività puntuale dai banchi dell’opposizione “mettendoci la faccia e rischiando personalmente sia civilmente col patrimonio personale, che penalmente, per tenere alta l’attenzione sulle tante problematiche del nostro territorio”.

serata centrodestra renazzo 23 gennaio 2015-1

Lascia un commento