• Dom. Giu 26th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

ESPUGNATO IL PALADOZZA, GARA UNO VA ALLA TRAMEC

DiGiuliano Monari

Mag 12, 2014

paladozzaDi Federico Mezzetti
Cento vince gara uno al termine di una partita tutto cuore e coraggio e mercoledì avrà sulla racchetta il match ball per chiudere la serie, anche se la Fortitudo venderà cara la pelle per riportare il tutto in parità. Politi ripropone Spizzichini, dopo l’infortunio nella fase ad orologio, al posto del capitano Fin mentre Giuliani ha l’intero roster a disposizione. Dopo una fase di studio da entrambe le parti, 3-4 poi 6-10 al 5’, grande paura quando Ikangi dopo una schiacciata in solitaria ricade male, e per i 3.795 paganti sono attimi di terrore e paura; esce in barella ma per fortuna nulla di grave. Carretti e Di Trani allargano la forbice (6-14 al 7’) ma Verri limita i danni dai 6,75 anche se la Fortitudo fatica contro la zona ospite, 15-20 al 10’. Politi mette in campo il quintetto old style e il secondo quarto è tutta un’altra cosa: De Min e Caroldi danno il vantaggio, 21-20 all’ 11’, Pederzini e Venturelli hanno un ottimo impatto dalla panchina e in 6’ la Fortitudo scrive 23-8 di parziale. Bona tiene in scia i biancorossi, 40-33 al 18’, ma su l’ennesima tripla di questo quarto, questa volta propiziata da Landi, si va al riposo, 43-35. La Fortitudo tocca subito il +12, ma Carretti e Bona tengono Cento a contatto, 49-44 prima e 51-46 poi; il duo Spizzichini-Landi ricaccia gli ospiti a -11, 59-48 al 27’, e Giuliani perde anche Nieri per un problema ad una gamba. Qui Cento potrebbe crollare, invece no: Carretti si carica la squadra sulle spalle e una tripla allo scadere di Andreani chiude un break di 9-0 in poco più di due minuti (59-57 al 30’). Sabatini e Sorrentino sono in serata no (0/12 complessivo dal campo per i due) e l’attacco bolognese si appoggia sull’ex virtussino Landi. Dopo una rubata, Di Trani appoggia il pareggio a quota 63, poi Andreani firma il sorpasso (65-66 al 34’). Landi è indemoniato nel pitturato e a rimbalzo, ma ancora Di Trani inventa la tripla del +6, 69-75 al 37’. Palazzo ammutolito e bagarre in campo, poi Sorrentino e Caroldi riavvicinano la Effe dalla lunetta, 75-77, prima che Di Trani riporti il +4 ospite. Caroldi appoggia il -2 sbagliando il libero aggiuntivo, rimbalzo di Landi ma 0/2 a cronometro fermo, 77-79 a dieci secondi dalla fine. Carretti fa 1/2 e altro fallo su Caroldi. 0/2 ma rimbalzo in attacco del solito Landi e canestro+fallo per rimandare il verdetto ai tempi supplementari. Un secondo e ottanta dalla fine, libero sbagliato, e game over. 79-80 Cento conquista, con la forza dei nervi e con un grande cuore, una vittoria importantissima al termine di un finale thrilling facendo saltare subito il fattore campo. Ma purtroppo non c’è tempo di festeggiare, tra due giorni si torna in campo e la serie si giocherà sui dettagli. Il popolo biancorosso ci crede, sognare non costa nulla.

Lascia un commento