• Mer. Mag 25th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

RENAZZO: Educazione stradale – concluso il programma

DiGiuliano Monari

Mag 28, 2014

2Di Giuliano Monari

Si è svolta ieri presso l’Aula Magna delle scuole medie di Renazzo, nell’ambito del progetto di educazione stradale “Amici della strada”, rivolto agli alunni della scuola primaria, si è tenuta la giornata conclusiva dell’ Istituto Comprensivo n. 3 e n 4 .

L’evento rappresenta il momento conclusivo del programma di educazione stradale, svolto durante l’anno scolastico, nelle classi quinte dei plessi scolastici delle frazioni di Renazzo, Bevilacqua, Alberone/Buonacompra, Casumaro, Renocentese, XII Morelli, Corporeno, nei mesi scorsi,  con obiettivi e programmi specifici. Erano presenti alla manifestazione: il Comandante della Polizia Municipale Dott. Fabrizio Balderi, Il Sindaco Piero Lodi, il Presidente della Ciclistica Centese Giuseppe Fregni, la coordinatrice del progetto Isp. C. Silva Rossi e i collaboratori al progetto Isp. Paolo Taddia e Ag. Ilze Zilmane. E’ doveroso sottolineare che è grazie alla collaborazione tra diverse realtà che si è potuto portare avanti tale progetto: l’Amministrazione Comunale di Cento, che sostiene il progetto mettendo a disposizione le risorse necessarie, le insegnanti referenti degli Istituti Comprensivi n. 3 Mila Marangoni e n. 4 Scagliarini Annarosa che collaborano in maniera incisiva, la Ciclistica Centese, che fornisce l’assistenza tecnica durante le prove in bicicletta su strada, l’Autoscuola Capponcelli che sponsorizza i premi da consegnare ai vincitori del gioco quiz. QUESTO PROGETTO, CHE HA PRESO VITA DA BEN 13 ANNI, REALIZZATO DALLA POLIZIA MUNICIPALE IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA, HA COME OBIETTIVO LA VALORIZZAZIONE DEL RUOLO CHE RIVESTE L’EDUCAZIONE STRADALE AL FINE DI DIFFONDERE LA CULTURA DELLA SICUREZZA, INTESA ANCHE COME FORMA DI RISPETTO TRA LE PERSONE, PER UNA CORRETTA CONVIVENZA CIVILE E DEMOCRATICA. IN QUESTA IMPORTANTE E BASILARE FASE DI CRESCITA DEL BAMBINO LA FAMIGLIA RIVESTE UN RUOLO FONDAMENTALE PERCHÉ FORNISCE QUOTIDIANAMENTE ESEMPI CONCRETI DI VITA DAL QUALE IL BAMBINO NE TRAE INSEGNAMENTO. PER QUESTO NEL PROGETTO VENGONO COINVOLTI ANCHE I GENITORI AFFINCHÉ DIVENTINO UTENTI DELLA STRADA CONSAPEVOLI DEI RISCHI COLLEGATI AL MANCATO RISPETTO. TUTTI HANNO UNA CONOSCENZA TEORICA DELLE NORME CHE REGOLANO LA SICUREZZA SULLA STRADA MA L’IMPORTANTE È CHE SI ACQUISISCA LA GIUSTA CONSAPEVOLEZZA AD OSSERVARLE, Un aspetto importante del progetto è anche quello di rendere consapevole il ciclista sull’obbligo di dotare la propria bicicletta dei dispositivi PRESCRITTI DAL CODICE DELLA STRADA E CHE SERVONO PER RENDERE IL VELOCIPEDE  PIÙ SICURO. In questa occasione gli alunni delle classi quinte hanno ricevuto l’attestato di idoneità ciclistica (patentino del ciclista) e un gadget legato alla sicurezza stradale. Ai genitori è stata consegnata la scheda di valutazione sui comportamenti stradali tenuti nel corso dell’anno, segnalati dal figlio. Gli alunni dei plessi di Renazzo sez. A – B – C, sezioni uniche di Alberone, Bevilacqua, Casumaro, Renocentese, XII Morelli, Corporeno) si sono affrontati in un divertente quanto istruttivo gioco: sono state create due squadre composte alunni rappresentativi per ogni classe. Le due squadre formate, quella dei ciclisti blu e dei ciclisti rossi (composte da 12 alunni ciascuna) si sono affrontate in un gioco quiz su domande inerenti il codice della strada. Vincitrice la squadra dei ciclisti rossi, ma entrambe hanno dimostrato una ottima preparazione e di avere appreso correttamente le regole della strada è stata infatti necessaria la seconda domanda di spareggio per determinare la vincita. 

3 1

Lascia un commento