PARTECIPANZA DI PIEVE DI CENTO: Varato il nuovo Statuto, Nasce una Partecipanza 2.0

Visite: 708

Di Giuliano Monari

L’assemblea generale della Partecipanza di Pieve di Cento ha approvato a larghissima maggioranza il nuovo Statuto dell’Ente Agrario che proietta la Partecipanza di Pieve nel terzo millennio. “Tutti punti innovativi –  afferma orgoglioso il Presidente Adriano Govoni –  sono stati approvati e, in particolare quello relativo alla partecipazione aperta alle donne – è stato sottolineato da un lungo applauso”. Sono stati approvati in maniera pressoché unanime tutte le 85 proposte di modifica allo Statuto dai 300 partecipanti all’assemblea sui 1.400 iscritti. “Sono state prese decisioni storiche – spiega il Presidente – in merito alla qualità di Partecipante, ora estesa anche alle discendenti femmine pur mantenendo la cosiddetta ‘linea retta maschile’, oltre alla riduzione del periodo di divisione storicamente fissato in 20 anni, ora ridotto a 10. Altro aspetto di grande importanza e di nuova introduzione è la possibilità per l’amministrazione di trattenere una quota di terreno dal godimento dei Partecipanti e destinarli a specifici progetti o finalità. Vengono inoltre meglio ripartite e determinate le competenze degli organi collegiali dell’Ente. Grazie al nuovo articolato dello Statuto viene dato più spazio ai Partecipanti ‘fuori cerchia’ i quali potranno costituire in sede elettiva una propria Consulta, il cui rappresentante avrà diritto di parola in Consiglio Amministrativo. Potranno inoltre partecipare ai bandi per l’assegnazione speciale di terreno al pari con i Partecipanti residenti ‘in cerchia’. In merito al tema Divisione, vengono consolidati ed affinati i metodi di gestione e contrattazione del Capo assegnato e vine data facoltà al Partecipante di associarsi e di delegare la Consiglio Amministrativo la gestione economica o solidaristica del proprio Capo. L’incolato non dovrà essere rispettato dall’intera famiglia del Partecipante, ma sarà prerogativa esclusiva del singolo Partecipante. A quest’ultimo, al fine di incentivare l’avvicinamento dei giovani, viene inoltre la possibilità di delegare un suo discendente diretto a partecipare alla vita amministrativa dell’Ente ed ai lavori dell’assemblea. Infine il Partecipante viene responsabilizzato per la quota assegnatagli potrà essere temporaneamente sospeso dal diritto di utenza in caso di debito con la Partecipanza. Nuova linfa e più elasticità per lo Statuto dell’ente che recepisce con grande tempismo e sostanza quanto definito con la recente legge 168 del 20 novembre 2017 ‘Norme in materia di domini collettivi’ vigente dal 13 dicembre scorso, la quale attribuisce personalità giuridica privata alla Partecipanza Agraria di Pieve di Cento. L’amministrazione dell’Ente – conclude il Presidente – dedicherà i prossimi mesi alla stesura degli opportuni Regolamenti finalizzati a portare a termine l’imminente appuntamento con la Divisione dei terreni”.

Share Button

Share