• Ven. Lug 12th, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

BERNARDI: “TOSELLI vuole far pagare 100.000 euro agli abitanti della CERES per “occupazione di suolo pubblico”!”

Appena alla CERES sono partiti i lavori di installazione del cantiere per i lavori del così detto “110” sono arrivati i vigili di Cento che hanno effettuato una serie di misure …, e nei giorni successivi l’I.C.A. (ditta che ha in appalto dal Comune di Cento la riscossione della tassa di occupazione di suolo pubblico) ha mandato una comunicazione all’Amministratore della CERES scrivendo che i residenti di via De Gasperi debbono pagare al Comune di Cento 17.000 euro per quel ponteggio … poi hanno riscritto, correggendosi, dicendo che gli euro da pagare sono 27.000!!! Considerando che il ponteggio in questione è solo quello davanti ai civici 2,4, e 6 non è difficile prevedere che con tutti i ponteggi ancora da installare la pretesa tributaria complessiva del sindaco Toselli nei confronti dei cittadini della CERES supererà i 100.000 euro!!! Una roba da matti!

Non tutti sanno che, per legge, la tassa di occupazione di suolo pubblico è dovuta per le occupazioni di aree pubbliche e per quelle private “gravate da servitù di pubblico passaggio” e Via Alcide De Gasperi non è gravata da nessuna servitù di pubblico passaggio!!! Tanto più che, come documentato dalle foto del ponteggio, lo stesso occupa al 90% il marciapiede ed il portico e non certo la strada!

Di fronte alle folli ed infondate pretese di Toselli & co. l’Amministratore della CERES ha provato di argomentare con numerosi documenti (ed anche nel corso di un incontro in Comune) che quella pretesa è infondata …. Ma gli è stato risposto che se non si paga subito scatteranno anche le sanzioni e gli interessi!!!

I cittadini debbono sapere che Via De Gasperi è una “strada privata aperta al pubblico” e che non esiste nessuna servitù di pubblico passaggio costituita nei modi e forme previste dalla legge! L’illuminazione di Via De Gasperi la pagano i residenti, le rotture delle tubazioni dell’acqua vengono riparate a spese dei residenti, le manutenzioni dei marciapiedi le pagano i residenti, le asfaltature della strada sempre le pagano i residenti! Alcuni anni fa (giunta Lodi) i vigili furono mandati a fare la multa perché l’Amministratrice di allora stava facendo asfaltare la strada senza aver chiesto il permesso al Comune…. ed il Sig. Prefetto di Ferrara annullò la multa! (che poi venne “per errore” iscritta a ruolo … con ennesima figuraccia del Comune perchè la cartella esattoriale emessa dovette essere annullata…).

Ritengo che il comportamento di Toselli & co. in questa vicenda sia inqualificabile perché privo dei più elementari fondamenti giuridici, ed ancor più incomprensibile è che di fronte a questo comportamento di un tale sindaco ben 126 elettori della CERES lo abbiano votato il 3 e 4 ottobre! Forse questi cittadini lo hanno votato non sapendo nulla di questa vicenda… adesso ne sono al corrente e sono curioso di vedere se al ballottaggio lo rivotano! Se lo rivotano si meritano che gli vengano chiesti quei soldi … e forse anche qualche cosa in più; spiace per i residenti che vorrebbero migliorare la CERES ma poi si trovano a dover confrontarsi con persone che non sanno nemmeno come tutelare gli interessi di tutti, compresi anche i loro.

Cento 06/10/2021 Mauro Bernardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.