• Mer. Dic 7th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

CENTO, CONTRI LANCIA IL PROGETTO CERES: “RENDITE CATASTALI PIÙ EQUE E MAXI-CONTROLLI NELLE MOSCHEE”

DiGiuliano Monari

Giu 13, 2016
contri ceresRendite catastali più eque e maxi-controlli nelle ‘moschee’ di via De Gasperi. Sono alcune delle prime azioni che la giunta di Diego Contri intende avviare per far fronte alla situazione della Ceres e del
Comune capoluogo. Contri ha fatto tappa oggi al 'villaggio' e al
condominio Acero, parlando con comitato e residenti. “I cittadini
lamentano rendite catastali altissime che comportano imposizioni
fiscali esagerate, assai più alte di quanto dovrebbero pagare. Poiché
la legge prevede che il sindaco possa chiedere al catasto la verifica
della congruità, è dovere dell’Amministrazione attivarsi e pretendere
che si faccia chiarezza. E’ intollerabile che ai cittadini vengano
imposti costi aggiuntivi per rendite chiaramente sovra-stimate.
In base ai nostri calcoli ci sarebbero in tutta Cento oltre 2.500
rendite catastali A/2 delle quali solo un migliaio effettive”.
Prioritario - dice Contri - anche il tema sicurezza. “Controlli
abbiamo previsto anche per le due moschee di via De Gasperi. Oggi nei
giorni di preghiera quella zona si trasforma in una succursale della
Mecca, con enormi assembramenti e problemi viabilistici e di
parcheggi: vogliamo verificare che ci siano tutte le condizioni di
agibilità, i permessi per quel tipo di attività, le autorizzazioni
necessarie. L’illegalità si alimenta nell’incertezza e nelle
situazioni nebbiose. Pretendiamo da parte di tutti il rispetto delle
regole”.