• Lun. Giu 27th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

FERRARA: C’E’ UN TREMORE’, presentazione del libro scritto da Licia Vignotto e Giuseppe Malaspina

DiGiuliano Monari

Lug 19, 2013
Di Marco Cevolaniviale k
Si terrà giovedì 25 luglio alle ore 20.00, presso il giardino della mensa dell’associazione Viale K a Ferrara in Via Gaetano Pesci 95,  la presentazione del libro “C’è un tremore”, scritto da Licia Vignotto e Giuseppe Malaspina.  Oltre agli autori interverranno all’evento don Domenico Bedin, fondatore dell’associazione Viale K, e Raffaele Rinaldi, direttore della stessa associazione nonché coordinatore a Ferrara del servizio dell’avvocato di strada, protagonista del racconto “Quando il lupo bussa”. Presenterà l’incontro Samuele Govoni, giornalista de La Nuova Ferrara. “C’è un tremore”, pubblicato dalla casa editrice centese Freccia d’oro, è il frutto di un percorso lungo e laborioso. Realizzato tra luglio 2012 e aprile 2013, esso raccoglie 30 racconti ispirati a fatti realmente accaduti a seguito dello sciame sismico che ha scosso l’Emilia-Romagna nel maggio 2012; testimonianze selezionate e romanzate affinché potessero restituire le complessità della società ferrarese di fronte al terremoto, la molteplicità delle reazioni che quel drammatico evento ha saputo suscitare. Senza censura e senza retorica, il volume raccoglie veri e propri “frammenti di quotidianità”. A corredo dei testi: un singolare apparato fotografico, organizzato grazie al contributo di tantissimi cittadini che hanno voluto partecipare al progetto inviando i propri scatti più “casalinghi” e privati. “La scelta di organizzare la presentazione del libro in uno degli ambienti dell’associazione Viale K per noi è particolarmente significativa – spiegano gli autori -. Nel racconto intitolato “Quando il lupo bussa”, grazie alla disponibilità di Raffaele Rinaldi, abbiamo potuto raccontare cosa successe in questi stessi spazi nella notte a cavallo del 20 e del 21 maggio 2012: una grande operazione di solidarietà. Con grande rapidità venne allestita una minitendopoli capace di ospitare 80 persone, e coordinato un servizio in grado di garantire tre pasti caldi al giorno alle persone accolte. L’associazione Viale K – che da oltre 20 anni si impegna sul territorio per aiutare i più deboli, italiani o stranieri bisognosi – anche in questa occasione è stata capace di offrire un importante servizio all’intera comunità”.
©areacentese.com

Lascia un commento