• Sab. Dic 3rd, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

mobilità e piano trafico 21sett2015Di Giuliano Monari

Il tema ‘mobilità’ urbana a Cento è da anni un tema caldo, anzi, caldissimo. Traffico, smog, inquinamento ambientala, rumorosità, pericoli connessi alla circolazione, carenza di parcheggi, strade in condizioni disastrose – in alcuni casi al limite del pericolo vero e proprio – tutto questo, a sentire il sindaco Lodi, presto sarà solo un lontano ricordo: Cento si prepara a cambiare ‘passo’ col nuovo Piano Traffico.

Una premessa “lunga ma doverosa” ha detto Lodi in apertura di conferenza stampa di presentazione della Settimana della Mobilità sostenibile. Il nuovo Piano Traffico – ha detto il sindaco – “entrerà in vigore in maniera articolata, graduale e proiettata nel tempo”. Dopo la decisione della Regione di estendere il Piano dell’Aria integrato (PAIR) ai comuni tra i 30.000 e i 50.000 abitanti, ecco che si è pensato di disciplinare anche la circolazione che – dai tempi del Piano Margherita – non era stato più modificato sostanzialmente adeguandolo alle esigenze di una città che non è più quella degli anni ’90. il tutto integrato all’interno del Piano di ricostruzione post-sisma. “sui tempi di realizzazione – ha spiegato Lodi – contiamo di adottarlo in ottobre, per arrivare ad approvazione la prossima primavera”. I cittadini avranno tutto il tempo di abituarsi alle novità considerato che – ha tenuto a precisare il sindaco – “gli effetti saranno9 diluiti fino all’ottobre del 2016”. Con questo nuovo Piano l’amministrazione Lodi è convinta che, negli anni, si vedrà un progressivo aumento delle ZTL, delle zone esclusive per i pedoni, dei ciclisti anche attraverso l’introduzione dei “parcheggi scambiatori” che consentiranno di lasciare l’auto a favore di bici pubbliche o attraverso mezzi di trasporto pubblici “attraverso uno schema in corso di definizione con AMI”. Anche il Piano Sosta sarà ‘rivisitato’ per essere più aderente alle esigenze del territorio e conforme al nuovo Piano Traffico. Intanto prosegue l’incessante opra di acculturamento sul tema della mobilità in collaborazione con la Polizia Municipale di Cento per una “mobilità sostenibile e consapevole in tutte le scuole del territorio di Cento – come ha sottolineato l’Ispettore Silva Rossi”. A coordinare il progetto in tutte le scuole Primarie sarà appunto l’ispettrice che ha spiegato che “per circolare a piedi o in bicicletta occorre formate una cultura della sicurezza stradale. Per questo il progetto è rivolto ai bambini di tute le classi primarie. Un percorso calibrato negli anni grazie alla collaborazione con la scuola e le famiglie, arricchito attraverso uno specifico supporto tecnico e teorico calibrato sulle diverse età. Il Progetto prevede prove pratiche su strada e, al termine, verrà rilasciato ai partecipanti un attestato di idoneità ciclistica”. L’obiettivo – ha chiosato Rossi – “è formare una coscienza critica nei bambini che potranno a loro volta essere da esempio anche per i loro genitori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.