• Ven. Ago 12th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

BILANCIO POSITIVO PER IL PRIMO INCONTRO SULLA VIOLENZA ORGANIZZATO DA LYCEUM E SULPM A CENTO: E L’8 SI REPLICA

DiGiuliano Monari

Ott 31, 2013

elena bellodiDi Giuliano Monari

A distanza di qualche giorno dal primo dei due incontri di organizzati da Lyceum e Sulpm, il successo ed i risultati stanno ancora echeggiando con persone che chiedono informazioni o espongono il loro problema sapendo di trovare un concreto aiuto. Venerdì infatti, all’incontro voluto dall’Associazione Lyceum retto dalla Dott.ssa Alessandra Caselli in collaborazione con Massimo Perrone, docente Aplrer e Ispettore capo della Polizia Municipale e la Dott.ssa Elena Bellodi, pedagogista, cunsellor Sistemico relazionale e mediatore famigliare, si è parlato di “Violenza Invisibile: violenza di genere e gaslighting” riempiendo letteralmente la sala al Zanandrea con addirittura uditori anche all’esterno. “Di questo tipo di violenza, difficile e subdola, occorre parlare concretamente e spiegare come riconoscerla in tempo e poi, come trovare una via d’uscita mentale e legale che sia efficace – hanno detto gli organizzatori al termine dell’incontro – ad ascoltarci c’era una varietà tale di persone da poter essere una rappresentanza della macroarea sociale e, soprattutto la presenza dei giovani ci ha fatto capire che anche noi organizzatori stiamo andando verso la direzione giusta proprio perché gli adulti del domani, oggi sono venuti ad ascoltare per conoscere”. Non bisogna pensare infatti, che il tema della violenza sulle donne sia qualcosa di lontano dalla nostra locale realtà. “Tra il pubblico c’erano anche persone che conoscono bene l’argomento di cui si è parlato – hanno concluso – persone che direttamente hanno vissuto o stanno vivendo queste diverse forme di violenza e che hanno scelto di venire da noi per trovare risposte concrete alle loro tante domande spesso, non solo senza risposta ma addirittura senza ascolto”. Un vero successo, dunque,  che potrebbe replicarsi venerdì 8 novembre alle ore 21, sempre presso la sala Fondazione Zanandrea dove stavolta si parlerà di “Stalking e violenza assistita” entrando ancor più concretamente nello specifico di cosa occorre fare affinchè si possa avere la massima tutela possibile

Nella foto la dott.ssa Elena Bellodi

Lascia un commento