CENTO: con l’attività fisica adattata tutti in movimento, anche i diversamente abili

Di Giuliano Monari – Sono stati presentati gli ottimi risultati ottenuti con il progetto di Attività fisica adattata (AFA) rivolto a giovani adulti con disabilità congenita o acquisita. L’incontro, avvenuto ieri nella sede della Coccinella Gialla di via dei Tigli a Cento, ha messo in evidenza i lusinghieri risultati di un progetto finalizzato al miglioramento del benessere fisico, psichico e sociale della persona attraverso l’attività motoria sportiva che è stato portato a termine in quattro mesi. Come hanno sottolineato gli operatori sono state 32 le persone che hanno partecipato al progetto proposto da Esercizio Vita, della Città del Ragazzo, insieme a Coccinella Gialla e il centro diurno Pilacà di Cento e centro Perez di Ferrara. I parametri di accesso, per entrare nel progetto, riguardavano il grado di autonomia motoria, la percezione dei limiti e delle potenzialità, eventuali fattori di rischio e le indicazioni specifiche del medico curante. i testI test di ingresso sono stati poi confrontati con i risultati ottenuti al termine del programma. «I risultati ottenuti – ha spiegato Luca Pomidori di Esercizio Vita – sono stati ottimi perché nei test finali i partecipanti al progetto hanno dimostrato di essere arrivati ad un +13,0% nella capacità d’esercizio, nella forza degli arti inferiori si è raggiunto il +20,3%, nell’agilità si è arrivati a +14,3% e la capacità di equilibrio è aumentata del 8,6%». L’attuazione pratica del progetto è stata utile anche per valutare gli eventuali punti deboli (si sta già lavorando per ridurli) e i punti di forza dove anche gli operatori ne hanno tratto beneficio grazie alle capacità relazionali. Come evidenziato dal direttore di Coccinella Gialla Michele Bronzino “il progetto si è rivelato compatibile con le strutture e gradito dagli operatori”.

FacebookTwitterGoogle+FlipboardLinkedInWhatsAppLineGoogle GmailBlogger PostEvernoteCondividi

Lascia un commento